Connettersi a internet

Procedura di base

Questa sezione descrive la procedura di base per collegarsi a Internet.

[Nota]

Se si dispone di una connessione wireless (senza fili) o ci si collega a internet tramite un modem (inclusi i modem ADSL) e questa sezione non contiene informazioni utili alla risoluzione dei problemi, consultare la la sezione chiamata “Schede wireless” oppure la la sezione chiamata “Connessioni ADSL”.

Per collegarsi a internet:

  1. scegliere Sistema->Amministrazione->Rete,

  2. selezionare la connessione desiderata e fare clic su Proprietà,

  3. assicurarsi che l'opzione Abilitare questa connessione sia selezionata,

  4. se l'ISP (Internet Service Provider, NdT colui che fornisce accesso a internet) o l'amministratore di rete hanno fornito un indirizzo IP, impostare Configurazione a Indirizzo IP statico e inserire l'indirizzo nel campo Indirizzo IP e fare clic su OK, altrimenti impostare Configurazione a DHCP e fare clic su OK,

  5. per attivare o disattivare le connessioni di rete, selezionare la connessione e fare clic su Attiva/Disattiva.

Schede wireless

Molte schede di rete wireless (senza fili) vengono rilevate automaticamente durante il processo di installazione. Per sapere se la propria scheda è supportata dal sistema, scegliere Sistema->Amministrazione->Rete. Se la propria scheda è presente nella lista, seguire la sezione chiamata “Procedura di base” per stabilire la connessione a Internet. Un elenco completo delle schede di rete funzionanti con Ubuntu è reperibile nel wiki internazionale di Ubuntu. Nel caso la propria scheda funzioni correttamente, ma non è presente nella pagina sopra indicata, potete aggiungerla.

[Nota]

Se l'accesso alla rete senza fili è protetto tramite il protocollo di cifratura WEP, assicurarsi di aver inserito correttamente la password di rete durante il processo di configurazione. Il supporto per la cifratura WPA non è supportato automaticamente da Ubuntu, ma nel caso tale protocollo sia richiesto, è disponibile una guida a WPA all'interno del wiki di Ubuntu.

Schede wireless non supportate

Alcune schede potrebbero non funzionano automaticamente in Ubuntu. In questo caso, consultare la Wireless Troubleshooting Guide nel wiki internazionale di Ubuntu, un'ottima guida su come risolvere alcuni problemi con le schede di rete senza fili.

Nel caso la propria scheda di rete wireless non funzioni con Ubuntu, potrebbe essere necessario effettuare alcune ricerche per attivarla. Un metodo relativamente sicuro è usare lo strumento ndiswrapper che consente di utilizzare il driver per Microsoft Windows adatto alla scheda. Per far ciò, consultare la sezione chiamata “Driver wireless di Windows”.

Tutte le altre informazioni riguardanti il wireless sono presenti nel wiki internazionale di Ubuntu alla pagina Wireless Networking Central.

Driver wireless di Windows

Anche se la propria scheda wireless non ha un driver Linux, è comunque possibile farla funzionare con ndiswrapper. Ndiswrapper è un modulo per Linux che consente a Ubuntu di utilizzare (nella maggior parte dei casi) i driver di Windows delle schede wireless.

[Nota]

Queste istruzioni si riferiscono solo alle versioni x86 e AMD64 di Ubuntu, non alla versione di Ubuntu per PowerPC (PPC).

[Suggerimento]

Se si possiede un accesso a Internet, è possibile verificare la presenza del supporto per la propria scheda di rete wireless tramite ndiswrapper sul sito WEB ufficiale del progetto.

Per installare ndiswrapper è necessario procedere all'installazione del pacchetto ndiswrapper-utils (consultare Aggiungere applicazioni). Questo pacchetto è contenuto nel CD di installazione di Ubuntu. Se si possiede un accesso a Internet, è inoltre possibile installare uno strumento grafico, ndisgtk dal repository Universe (consultare Aggiungere repository extra).

Per configurare ndiswrapper, è necessario procurarsi il driver per Windows della propria scheda di rete. Solitamente questi driver sono contenuti nel CD fornito insieme alla scheda wireless. Si proceda copiando tutti i file relativi alla propria scheda (uno con estensione .SYS, un altro con estensione .INF, vari eventuali con estensione .BIN) in una directory all'interno del proprio computer. Nel caso si presentino problemi e si possieda un altro accesso a Internet, è possibile ottenere il driver adatto alla propria scheda dal sito web ufficiale del progetto.

Se è stato installato lo strumento grafico ndisgtk, per configurare ndiswrapper, selezionare Sistema->Amministrazione-> Windows Wireless Drivers e seguire le istruzioni a schermo.

Se non è stato installato lo strumento grafico, procedere come segue:

  1. Scegliere Applicazioni->Accessori->Terminale e digitare:

    sudo ndiswrapper -i ~/Desktop/drivername.inf
    [Nota]

    Il comando precedente assume che il file .INF sia chiamato nomedriver.inf e che sia posizionato sul Desktop. Sostituire questi valori come appropriato.

  2. Per verificare il corretto funzionamento, digitare:

    ndiswrapper -l

    . Se funziona correttamente, dovrebbe apparire la scritta:

    Installed ndis drivers:
    		{name of driver}  driver present, hardware present
  3. Affinché ndiswrapper funzioni, è necessario caricare un modulo. A tale scopo, digitare:

    		sudo depmod -a
    		sudo modprobe ndiswrapper
  4. Per assicurarsi che il modulo venga caricato a ogni avvio del computer, digitare:

    sudo ndiswrapper -m

Ora dovrebbe essere possibile collegarsi a Internet seguendo le istruzioni presenti nella guida la sezione chiamata “Procedura di base”.

Connessioni ADSL

Tutti i modem ADSL (tradizionali e modem-router) che usano una connessione Ethernet sono supportati da Ubuntu; sono inoltre supportati anche alcuni modelli di modem ADSL su porta USB.

Per un router-modem ADSL consultare la sezione chiamata “Procedura di base”

Per informazioni su come configurare i modem ADSL con PPPoE, consultare la sezione chiamata “Modem PPPoE”.

Per informazioni su come configurare i modem ADSL su porta USB, consultare la sezione chiamata “Modem ADSL USB”.

Modem PPPoE

Questa sezione spiega come configurare una connessione Internet ADSL tramite modem ethernet PPPoE.

È necessario aver sottoscritto un abbonamento con un Internet Service Provider ed è necessario che la connessione sia funzionante. Solitamente la luce «DSL» del modem indica che la linea è sincronizzata.

Sono necessari il proprio nome utente e la password relativi all'account oltre a una scheda ethernet collegata al modem PPPoE con il corretto tipo di cavo.

Infine, assicurarsi di aver installato il pacchetto PPPoE per poter continuare con la configurazione. Questo pacchetto è installato in modo predefinito, ma potrebbe essere stato cancellato se è stata modificata la configurazione. Se il comando che segue non funziona, è necessario installare questo pacchetto che è disponibile sul CD di Ubuntu.

Per configurare il modem:

  1. Scegliere Applicazioni->Accessori->Terminale

  2. Nel terminale, digitare:

    sudo pppoeconf
  3. Un programma testuale guiderà nei successivi passi:

    1. Conferma della presenza della scheda ethernet.

    2. Inserire il nome utente.

    3. Inserire la propria password.

    4. Se è già presente una connessione PPPoE, verrà chiesto se modificarla.

    5. Opzioni molto comuni: verrà chiesto se si desiderano le opzioni “noauth” e “defaultroute” e se si intende rimuovere “nodetach”. Scegliere .

    6. Usare il peer DNS. Scegliere .

    7. Problema di MSS limitato. Scegliere .

    8. Alla richiesta di attivare la connessione all'avvio, è consigliato acconsentire.

    9. Infine, chiede se attivare immediatamente la connessione.

  4. Una volta completati questi passi, la connessione dovrebbe essere attiva.

Per avviare la connessione ADSL in un qualsiasi momento, in un terminale, digitare:

sudo pon dsl-provider

Per terminare la connessione ADSL, in un terminale, digitare:

sudo poff dsl-provider

Modem ADSL USB

Molto spesso alcune parti dei modem ADSL USB sono proprietarie, comprendono software chiuso o coperto da licenze. Per questo, non è possibile fornire con Ubuntu tali driver. Per far funzionare il proprio modem con questi driver è necessario scaricare alcuni file da internet da un computer con una connessione abilitata, per poi trasferirli sul computer con Ubuntu.

[Avvertimento]

L'interfaccia USB non è tra le migliori da utilizzare per l'accesso alla rete. Se si possiede un modem che è possibile collegare sia attraverso l'interfaccia USB o ethernet, o un router ethernet, è consigliato usare la connessione ethernet.

Dato che l'installazione di molti modem USB richiede una connessione a internet funzionante per poter scaricare i driver necessari, verranno elencati solamente i modelli di modem USB funzionanti con Ubuntu e le relative istruzioni per l'installazione, presenti nelle guide della comunità Ubuntu.

La procedura di installazione dei modem USB cambia in base al modello del modem. Per identificare il modello del proprio modem, prendere nota del nome e del numero scritti sul modem, potrebbe anche essere necessario cercare l'etichetta posta sotto il modem per conoscerne il modello esatto. Consultare l'elenco sottostante per trovare il driver del modem e prendere nota del collegamento.

Quando ci si appresta a scaricare i driver necessari, è possibile accedere alle pagine per il download direttamente dalle pagine contenenti le istruzioni di installazione.

Modem dialup

Molti modem dialup non sono supportati da Ubuntu. È comunque possibile trovare i driver per far funzionare questi modem. Per prima cosa, è necessario identificare il chipset utilizzato dal modem:

wget -c http://linmodems.technion.ac.il/packages/scanModem.gz 
gunzip -c scanModem.gz > scanModem 
chmod +x scanModem
sudo ./scanModem 
gedit Modem/ModemData.txt

Leggere questo file, dovrebbe contenere il chipset in uso. Una volta a conoscenza del chipset, leggere http://www.linmodems.org/ e seguire le istruzioni relative al proprio modem. Maggiori infomrazioni possono essere trovate nel wiki italiano di Ubuntu.