Terminali

Lavorare alla riga di comando non è un'impresa scoraggiante come si può pensare. Non c'è nessuna conoscenza di base da avere per poter utilizzare la riga di comando, è un programma come tutti gli altri. Molti compiti di Linux possono essere svolti dalla riga di comando, benché ci siano strumenti grafici per la maggior parte dei programmi, qualche volta non sono sufficienti. Qui è dove la riga di comando diventa utile.

Il terminale viene solitamente chiamato il prompt dei comandi o la shell. In passato gli utenti si interfacciavano con il computer in questo modo, ma gli utenti Linux hanno capito che utilizzare la shell per certi compiti risulta più veloce dell'utilizzo di un metodo grafico; per questo mantiene ancora una certa importanza. Qui vi sarà spiegato come utilizzare il prompt dei comandi.

L'uso originale del terminale consisteva in un esploratore di file ed è usato ancora come esploratore di file, nel malaugurato caso di un disuso dell'interfaccia grafica. È possibile utilizzare il terminale per esplorare il file system e modificare i cambiamenti apportati.

Avviare il terminale

Per avviare il Terminale scegliere Applications->Accessories->Terminal .

Comandi di base

Vedere le directory: ls

Il comando ls (LiSt) elenca i file in differenti colori a seconda del formato di questi.

Creare directory: mkdir (nome directory)

Il comando mkdir (MaKeDIRectory) crea una directory.

Cambiare directory: cd (/posizione/della/directory)

Il comando cd (ChangeDirectory) vi sposterà nella direcotry specificata dopo il comando.

Copiare file/directory: cp (file o directory da copiare) (directory o file in cui copiare)

Il comando cp (CoPy) copia qualsiasi file specificato. Il comando cp -r copia qualsiasi directory specificata.

Rimuovere file/directory: rm (nome file o directory)

Il comando rm (ReMove) cancella qualsiasi file specificato. Il comando rm -rf cancella qualsiasi directory specificata.

Rinominare file/directory: mv (nome file o directory)

Il comando mv (MoVe) rinomina/sposta qualsiasi file o directory specificata.

Trovare file/directory: locate (nome del file o directory)

Il comando locate cerca all'interno del computer qualsiasi nome di file specificato. Utilizza una indicizzazione dei file all'interno del sistema per funzionare più velocemente: per aggiornare questa indicizzazione utilizzare il comando updatedb. Questo programma viene eseguito automaticamente giornalmente, se il computer viene lasciato acceso. Necessita dei privilegi di amministratore per essere eseguito (consultare Capitolo 2, Compiti amministrativi).

È possibile utilizzare anche i metacaratteri come «*» (per tutti i file) o «?» (per la corrispondenza di un carattere) per la ricerca di uno o più file.

Per una introduzione più dettagliata all'utilizzo della riga di comando di Linux, consultare la pagina ComandiBase del wiki di Ubuntu.

Passare alla modalità console

Per accedere alla riga di comando in Ubuntu solitamente si avvia un terminale (consultare la sezione chiamata “Avviare il terminale”). Qualche volta può essere utile passare alla modlità console:

  1. Usare la scorciatoia Ctrl-Alt-F1 per passare alla prima console.

  2. Per tornare alla modalità Desktop, usare la scorciatoia Ctrl-Alt-F7.

[Nota]

Sono disponibili sei console, ognuna delle quali è accessibile attraverso le scorciatoie da tastiera a partire da Ctrl-Alt-F1 fino a Ctrl-Alt-F6.

Disabilitare l'avviso acustico nel terminale

  1. Avviare un Terminale selezionando Applications->Accessories->Terminal .

  2. Modifica->Profilo attuale.... Scegliere la scheda Generale e deselezionare l'opzione Avviso acustico.